Sara Cinquanta: “Stiamo costruendo qualcosa di importante”

“Stiamo costruendo qualcosa di importante indipendentemente da vittorie, titoli, premi individuali”. Sara Cinquanta, responsabile del settore giovanile del Volley 2.0 sottolinea il progetto a lunga scadenza della società e l’impegno che richiede. E spiega che “C’è già una solida base, costituita da tecnici e dirigenti che danno sempre più di quello che gli viene richiesto”. E questo “porta a un gruppo che cresce insieme, che non dà nulla per scontato e continua a interrogarsi su come poter migliorare”.
E poi ci sono le atlete: “Ci sono grandi potenzialità ma occorreva un cambio di mentalità, un approccio alle gare differente. Ora dobbiamo continuare su questa strada per raccogliere il seminato”.
Un altro grande obbiettivo è quello di creare un senso d’appartenenza: “Non basta raccontare l’appartenenza alla società, bisogna viverla ed è difficile fare il tifo per compagne che non si conoscono. Invece in questi mesi le giocatrici hanno lavorato assieme, è capitato che le classe 2007 si allenassero con le classe 2004. Questo facilita il confronto e la crescita. Si impara a vivere le diverse situazioni, in alcuni casi sei l’atleta che trascina, in altri quella che deve essere aiutata”.
Sara Cinquanta, il suo staff ed i dirigenti non hanno smesso di lavorare anche dopo la fine dei campionati: “Ci siamo concentrati sulla formazione dei gruppi dell’anno prossimo. E’ stato un lavoro lungo per per fare ragionamenti corretti e mettere ogni ragazza nel contesto idoneo”.
I buoni risultati di questa stagione (tre titoli territoriali giovanili) non accontentano però i biancorossi che puntano a crescere ancora, non solo sotto il profilo dei risultati.

(nella foto Sara Cinquanta col viced presidente del Volley 2.0, Massimo Dossena)